Autore Topic: Proposta  (Letto 3551 volte)

Offline Dilling

  • Global Moderator
  • Pirati
  • *****
  • Post: 217
Proposta
« il: Aprile 26, 2012, 01:25:35 am »
- Abolizione della lettera a-bis comma 1 e comma 2 art. 171 alla legge L. 633/41

- La sanzione prevista dall'articolo 174-bis alla legge L. 633/41 devono essere solo per gli scopi commerciali o di lucro

- Art. 71-sexies: abolire le parole "anche solo analogica" e tutto quello che segue dopo le parole "per uso personale"

- Abolizione del "pizzo" da SIAE del 10% sulle bevande in disco/ballo

Offline Zievatron

  • Pirati
  • *****
  • Post: 10
Re:Proposta
« Risposta #1 il: Maggio 05, 2012, 05:13:49 pm »
Quando si presentano queste proposte, non sarebbe appropriato aggiungere un testo di chiarimento per chi i vari articoli non li conosce bene?  ???

Offline Dilling

  • Global Moderator
  • Pirati
  • *****
  • Post: 217
Re:Proposta
« Risposta #2 il: Maggio 05, 2012, 07:36:29 pm »
Legge 22 aprile 1941 n. 633 Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio
Art. 171
a-bis) mette a disposizione del pubblico, immettendola in un sistema di reti telematiche, mediante connessioni di qualsiasi genere, un'opera dell'ingegno protetta, o parte di essa;
1-bis. Chiunque commette la violazione di cui al primo comma, lettera a-bis), è ammesso a pagare, prima dell'apertura del dibattimento, ovvero prima dell'emissione del decreto penale di condanna, una somma corrispondente alla metà del massimo della pena stabilita dal primo comma per il reato commesso, oltre le spese del procedimento. Il pagamento estingue il reato.
Art. 174-bis
1. Ferme le sanzioni penali applicabili, la violazione delle disposizioni previste nella presente sezione è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria pari al doppio del prezzo di mercato dell'opera o del supporto oggetto della violazione, in misura comunque non inferiore a euro 103,00. Se il prezzo non è facilmente determinabile, la violazione è punita con la sanzione amministrativa da euro 103,00 a euro 1032,00. La sanzione amministrativa si applica nella misura stabilita per ogni violazione e per ogni esemplare abusivamente duplicato o riprodotto.
Art. 71-sexies
4. Fatto salvo quanto disposto dal comma 3, i titolari dei diritti sono tenuti a consentire che, nonostante l'applicazione delle misure tecnologiche di cui all'articolo 102-quater, la persona fisica che abbia acquisito il possesso legittimo di esemplari dell'opera o del materiale protetto, ovvero vi abbia avuto accesso legittimo, possa effettuare una copia privata, anche solo analogica, per uso personale., a condizione che tale possibilità non sia in contrasto con lo sfruttamento normale dell'opera o degli altri materiali e non arrechi ingiustificato pregiudizio ai titolari dei diritti.

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::.

Si hai ragione Art. 71-sexies comma 4. poi cambio :)

Citazione
- Abolizione del "pizzo" da SIAE del 10% sulle bevande in disco/ballo
Questo e una cosa uno... com'è?  ;D

Offline Olòrin

  • Pirati
  • *****
  • Post: 4
Re:Proposta
« Risposta #3 il: Maggio 08, 2012, 12:51:50 pm »
Salve, io sono un neo iscritto, e se sparo qualche fesseria, vi prego di perdonarmi. Secondo me i problemi della legge N°633/1941 sono i seguenti:

1) È una legge troppo vecchia, che nonostante i continui ritocchi non rappresenta affatto la realtà attuale;

2) Mette insieme le scoperte scientifiche e l'arte, cioè i film;

3) Classificazione dei film assolutamente ambigua, infatti dottrina e giurisprudenza non sono ancora concordi sul punto (le conseguenze sulla qualificazione sono davvero pesanti, nel senso della possibilità o meno di diffondere materiale);

4) I telefilm e gli anime non vengono assolutamente classificati...nonostante la legge sia stata modificata nel 2004  :o

Tanto varrebbe rifare da zero la disciplina creando un vero e proprio codice, che tenga conto della diversità tra scoperte scientifiche e arte.

Detto questo, vorrei farvi sapere come andrebbe modificata, secondo me la legge:

1) I film vecchi di almeno 30 anni devono poter essere messi in streaming liberamente...40 per il download; per i telefilm rispettivamente 20 anni per lo stream e 30 per il download; per gli anime 10 per lo stream e 20 per il download.

2.1) Il conteggio del tempo, deve partire, per i film dalla data di uscita nelle sale Italiane. Se il film non è mai arrivato in Italia (come è accaduto per il film dal quale è stato tratto il telefilm Buffy - l'ammazzavampiri), si inizia a contare dal giorno in cui lo stesso è apparso per la prima volta in un cinema.

2.2) e 2.3) Per i telefilm e gli anime, il conteggio del tempo deve partire dalla diffusione dell'ultima puntata della stagione. Nel caso in cui la visione del telefilm o dell'anime in Italia venga interrotta, come è successo per il telefilm noto col nome "The Legacy", si adopererà lo stesso parametro, solo che rivolto alla data di visione dell'ultima puntata della stagione nel paese d'origine.

3) Nel caso in cui il film venga rimasterizzato come è successo per Titanic, i tempi verranno dimezzati (15 anni per lo stream e 20 per il download). Si applicherà lo stesso criterio sia per i telefilm che per gli anime.

4) In caso di remake, i tempi sono quelli indicati nel punto 1.

5) I film, i telefilm e gli anime da diffondere via internet dovranno essere messi a disposizione da chi deteneva il copyright.

Come vi sembra?  ???

Offline Dilling

  • Global Moderator
  • Pirati
  • *****
  • Post: 217
Re:Proposta
« Risposta #4 il: Maggio 08, 2012, 05:15:32 pm »
La legge è da oltre 70 anni e sempre più un cesso e una fogna.

Citazione
I film vecchi di almeno 30 anni devono poter essere messi in streaming liberamente...40 per il download
:o :-X

Gennaro Francione, un giudice della Corte di Cassazione, e un anticopyright che mi piace dei averlo come un capolista del Movimento Pirati. C'è gia la Riforma del Diritto D’autore, non commerciale la copia e l’utilizzo sarebbero state completamente legale, però, tornando a quello che Ekstrom e Falvinge sostengono è che il significato originario del diritto d’autore, dove la gente poteva copiare una poesia e inviarlo ad un amico senza timore di punizioni. La durata della protezione del copyright potrebbe essere fortemente ridotta così, da un periodo di “assurdo” della vita più 70 anni dopo la morte a soli 20 anni dal momento della pubblicazione. I diritti d’autore avrebbero bisogno di essere rinnovati a cinque anni dopo la pubblicazione, anche per consentire opere orfani una rapida entrata di nuovo nel pubblico dominio.

Tu non mi sembra un Pirata  :o

Offline Olòrin

  • Pirati
  • *****
  • Post: 4
Re:Proposta
« Risposta #5 il: Maggio 08, 2012, 08:30:18 pm »
La mia era una proposta che era volta a salvaguardare i diritti di entrambe le parti, ma se questo è il tuo giudizio, lo accetto e non metto più piede quì visto che non sono ben accetto.

Offline Dilling

  • Global Moderator
  • Pirati
  • *****
  • Post: 217
Re:Proposta
« Risposta #6 il: Maggio 08, 2012, 10:31:06 pm »
Tutti viene accetto sul sito, come tutti (a meno di troll e flame cronico), ma per essere un Movimento dei Pirati siano tra la riforma Ekstrom&Falvinge e un anticopyright Gennaro Francione. Poi c'e anche lo ScambioEtico (18 mesi per i film e musica), è gli sta stretto ai Pirati con la bandane, capisti che, i 18 mesi tra TNT Village (li prova a salvaguardare i diritti di entrambe le parti, ma siamo con la guerra di FPM e un'Mazza :P ) e la tua proposta da 40 anni, non ci siamo.  :'(

Offline Olòrin

  • Pirati
  • *****
  • Post: 4
Re:Proposta
« Risposta #7 il: Maggio 08, 2012, 11:12:16 pm »
So che questa domanda può essere facilmente fraintesa, ma...sei italiano? Ripeto, la mia è solo curiosità, non è assolutamente voglia di fare il troll, te lo chiedo semplicemente perché sembra che tu stia usando google translate.
Comunque, curiosità a parte, io credo che non sia giusto immettere così presto i film senza corrispondere un euro a chi si è fatto un mazzo tanto per realizzarli, o a chi ha speso dei soldi per produrli senza la certezza di rivederli. Forse hai ragione 40 anni per il download sono troppi, magari si può pensare a qualcosa di legato alla qualità (cam, sat-rip o tv-rip, dvd-rip o divx-rip, bd-rip, eccetera) ma 18 mesi tout-court mi sembra troppo. Sai, credo che dovremmo cercare di arrivare ad una soluzione, che possa andar bene ad entrambi (e magari che possa far salvare la faccia alla controparte). Ovviamente se poi loro si irrigidiranno sulle loro posizioni, tanto meglio...faranno solo crescere il consenso verso di noi, dandoci visibilità. In buona sostanza, se avanziamo una proposta che può sembrare sensata e loro la rifiutano, saremo autorizzati alla disobbedienza dal loro comportamento, viceversa se accettano la proposta, staremo meglio di quanto stiamo ora. Certo, come ho detto 40 anni possono sembrare troppi, ma 18 mesi a me sembrano troppo pochi (anche se alcuni film guadagnano miliardi già dal botteghino).

Offline Dilling

  • Global Moderator
  • Pirati
  • *****
  • Post: 217
Re:Proposta
« Risposta #8 il: Maggio 09, 2012, 12:46:36 am »
Siano tra la riforme  di Ekstrom&Falvinge e di Gennaro Francione e basta, quella è dei Movimento dei Pirati.

Non siano tra ScambioEtico e la tua Olòrin, intanto sentiano che dice Hollande, ma la proposta di TNT e solo l'armistizio. Tra poco c'è una rottura sullo proclama che toglie questa frase prevedendo delle clausole con cui il titolare del diritto d’autore può chiedere la rimozione dei link o dei torrent che puntano alle sue opere senza ricorrere alle Autorità.